Nuovo Bonus Trasporti 2023: Modalità di Richiesta, Scadenze e Funzionamento

Aperto da REDAZIONE SdW, Ago 29, 2023, 08:35 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

REDAZIONE SdW

Nuovo Bonus Trasporti 2023: Modalità di Richiesta, Scadenze e Funzionamento
Il nuovo anno ha portato con sé modifiche significative per il Bonus Trasporti 2023. Dal 17 aprile, alle ore 8.00, è possibile richiedere il contributo, nonostante il ritardo di oltre un mese nel decreto attuativo da parte dei Ministeri coinvolti. Tuttavia, le risorse destinate all'erogazione del bonus stanno già scemando.


A differenza del Bonus Trasporti 2022, quest'anno il contributo di €60 da utilizzare per abbonamenti ai mezzi pubblici e titoli di viaggio è riservato a un numero ridotto di beneficiari, in base a nuovi requisiti. Infatti, il Bonus Trasporti 2023 non è più destinato alle persone con un reddito fino a €35.000, ma a coloro che hanno raggiunto un reddito fino a €20.000 nel 2022.

Le modalità di presentazione della domanda rimangono invariate. Il Bonus Trasporti 2023 può essere richiesto online attraverso la piattaforma del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, lanciata lo scorso anno. Tuttavia, una volta esaurite le risorse disponibili, che al 4 agosto ammontavano a soli €2.302.831,73, la possibilità di presentare nuove domande sarà temporaneamente sospesa.

In questa guida, che raccoglie le ultime novità sul Bonus Trasporti pubblici, potrai scoprire come funziona, come ottenere il contributo di €60 per i trasporti, da quando è possibile richiederlo e tutte le informazioni utili.

Per saperne di più sul Bonus Trasporti
Il Bonus Trasporti, originariamente istituito dal Decreto Aiuti (DL 50/2022) come misura per contrastare l'aumento dei prezzi, è stato rifinanziato dal Decreto Carburanti. Esso permette di ottenere uno sconto fino a €60 sul 100% del prezzo di un abbonamento ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale o ferroviario nazionale.

Secondo l'articolo 4 del Decreto Carburanti, la scadenza per l'approvazione del provvedimento da parte dei Ministeri del Lavoro, dell'Economia e dei Trasporti era fissata al 14 febbraio 2023. Tuttavia, il primo passo verso l'operatività della misura è stato completato solo il 27 marzo, nonostante la principale novità riguardante i requisiti per richiedere il contributo si limiti, come vedremo, a coloro che hanno raggiunto il reddito necessario.

È stata annunciata in aprile l'approvazione del provvedimento da parte della Corte dei Conti, che ha permesso l'aggiornamento della piattaforma digitale attraverso cui è possibile richiedere il Bonus Trasporti. A partire dalle ore 8.00 del 17 aprile, la piattaforma è pronta per ricevere le domande dei richiedenti.

Come funziona il Bonus Trasporti?
Il Bonus Trasporti 2023 consiste in un contributo per l'acquisto di un abbonamento ai servizi di trasporto pubblico entro il 31 dicembre 2023. L'importo massimo di ogni singolo voucher erogato è di €60, utilizzabile una sola volta da ciascun richiedente. Inoltre, il voucher non può essere ceduto, non costituisce reddito imponibile e non influisce sull'ISEE.

Si tratta di un contributo personale che può coprire fino al 100% della spesa, entro il limite di €60, per un singolo abbonamento ai mezzi pubblici, che sia annuale, mensile o utilizzabile per più mesi. L'abbonamento deve essere acquistato nel mese in cui si richiede e ottiene il Bonus Trasporti 2023, ma può essere valido per un periodo successivo all'acquisto. Ad esempio, se viene acquistato ad agosto, l'abbonamento potrà partire da settembre.

I richiedenti possono inviare la domanda per il Bonus Trasporti fino all'esaurimento delle risorse, entro la scadenza del 31 dicembre 2023. È possibile utilizzare l'intero importo di €60 per un unico acquisto o frazionare la somma finché non viene completamente spesa.

Inoltre, il Bonus Trasporti non può essere utilizzato per acquistare servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium e working area e-business salottino.

Il Bonus Trasporti, risorse in esaurimento. Come ottenerlo?
Come anticipato, i voucher disponibili per i beneficiari stanno esaurendosi. Per coloro che non riescono a presentare la domanda per il Bonus Trasporti 2023 ad agosto, si aprirà una seconda finestra di richiesta a partire dalle ore 8.00 del 1° settembre 2023.

Anche se l'ottenimento del contributo non è garantito per chi presenta la domanda a partire dal 1° settembre, sono previste ulteriori opportunità per richiedere il Bonus Trasporti fino alla sua scadenza, fissata al 31 dicembre 2023.

In un comunicato stampa, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha annunciato che metterà a disposizione "eventuali residui generati dal mancato utilizzo di bonus richiesti nel mese di agosto 2023". Nel caso in cui rimangano altri voucher dopo la scadenza delle domande a settembre, questo meccanismo "verrà ripetuto nei mesi successivi fino a completo esaurimento del budget" destinato al Bonus Trasporti.

Requisiti per il Bonus Trasporti 2023
Il Bonus Trasporti 2023 non richiede l'ISEE, ma spetta a persone fisiche che hanno raggiunto un reddito complessivo pari o inferiore a €20.000 nell'anno precedente. Quindi, il contributo non è più destinato a coloro che dichiarano un reddito pari o inferiore a €35.000.

Il Bonus Trasporti può essere richiesto da studenti, pensionati, lavoratori, disoccupati e altri. Con "persone fisiche" si intendono tutti i cittadini aventi diritto. Aziende, scuole e altre entità istituzionali non possono richiedere il contributo.

Anche i minori a carico fiscalmente possono beneficiare del Bonus Trasporti. In questo caso, la richiesta deve essere inviata da un genitore o tutore legale, e il requisito del reddito non riguarda il richiedente, ma il minore beneficiario.

Come richiedere il Bonus Trasporti?
Il voucher fino a €60 può essere richiesto attraverso la piattaforma informatica già utilizzata lo scorso anno, dove è possibile consultare l'elenco completo dei gestori TPL presso cui è possibile utilizzare il Bonus Trasporti. Trenitalia, ATM, GTT, ATAC e Trenord sono tutti inclusi nella lista.

Gli abbonamenti scontati possono essere acquistati sia presso punti vendita fisici che online, a seconda delle condizioni stabilite dai singoli operatori. Tuttavia, è possibile utilizzare il Bonus Trasporti presso un solo gestore.

Le domande per il Bonus Trasporti possono essere inviate solo online, previa identificazione tramite SPID di secondo livello o CIE (Carta d'identità elettronica). Per richiedere il contributo, è necessario specificare l'importo desiderato e il gestore del servizio di trasporto pubblico presso cui si intende utilizzare il voucher.

Il voucher emesso è identificato da un codice univoco e riporta il codice fiscale del beneficiario, l'importo utilizzabile e le date di emissione e scadenza. Se non viene utilizzato, il voucher verrà annullato e non sarà più richiedibile.
CLICCA SUL PULSANTE "AZIONI" della sezione o argomento di tuo interesse, e seleziona ricevi email per ricevere ogni nuova notizia.